Ultima modifica: 9 Dicembre 2018

È tempo di vendemmiare!!!

Gli alunni delle classi prime G e H hanno rivissuto in classe l’esperienza della  vendemmia.

Tale attività didattica/educativa, svolta nei giorni in cui a scuola si é celebrata la tradizionale festa dell’autunno, é stata inserita all’interno della programmazione di storia ed ha avuto come obiettivo quello di far acquisire agli alunni la competenza  nel riconoscere le relazioni di successione in esperienze realmente vissute, imparando ad utilizzare, al tempo stesso,  gli organizzatori temporali (prima, dopo, ancora dopo e infine).Nello specifico l’insegnante, dopo aver catturato l’interesse dei bambini con degli aneddoti riguardanti la propria infanzia, ha spiegato che molte famiglie, nel mese di settembre si riunivano in campagna per vendemmiare; ogni membro, munito del proprio paniere, si recava nelle viti per raccogliere i grappoli. La maestra ha detto anche che questo era un momento di gioia e condivisione in cui si cantavano canzoni popolari e si consumava il pranzo insieme.

Dopo la spiegazione, la maestra ha invitato gli alunni a recarsi con il panierino a raccogliere l’uva, il tutto è stato allietato dalla canzone tratta da Youtube “Andiamo a Vendemmiare”.

Dopo aver raccolto tutta l’uva, l’insegnante ha mostrato sulla L.I.M. come, in passato, veniva pigiata l’uva, esortando gli alunni a fare lo stesso affinché si potesse  estrarre il succo d’uva, cioè il mosto.

   

Durante la lezione i bambini hanno avuto modo di conoscere anche i nomi delle varie parti della vite, del grappolo e dell’uva.Infine ognuno di loro ha potuto disegnare e verbalizzare l’esperienza vissuta utilizzando i suddetti organizzatori temporali.

 

L’attività è stata accolta positivamente da tutti gli alunni, che hanno appreso facendo, nell’ottica del “learning by doing”.
Nei giorni successivi é stato osservato anche il processo di  fermentazione del mosto.

Non ci resta che aspettare che il nostro mosto diventi…